RoHS / REACH

Recepimento della Direttiva RoHS (Direttiva 2002/96/CE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

La legge recepisce le direttive europee 2002/96/CE e 2002/95/CE relative alla restrizione dell'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. La Direttiva RoHS vieta, a partire dal 1 luglio 2006, l'immissione sul mercato di apparecchi elettrici realizzati con o che contengono le seguenti sostanze pericolose in quantità proibite:

  • piombo
  • mercurio
  • cromo esavalente
  • bifenile polibromurato (PBB)
  • etere di difenile polibromurato (PBDE)
  • cadmio

Scopo è la prevenzione dei rifiuti, la riduzione della loro quantità attraverso il reimpiego e la diminuzione del contenuto di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Il divieto dell'uso delle sostanze sopra menzionate persegue lo scopo di evitare a priori l'impatto a carico dell'ambiente e della salute. BOPLA ha da sempre fatto proprio il dovere di ridurre l'impatto ambientale derivante da potenziali sostanze pericolose, cercando al contempo di soddisfare la domanda sempre più forte di prodotti ecocompatibili.

Per poter dunque mettere in atto il recepimento delle prescrizioni contenute nella norma RoHS, è stata formata una squadra di progetto che già a tutt'oggi ha adeguato quasi tutte le serie di custodie standard di BOPLA alla Legge sulle apparecchiature elettriche ed elettroniche ("ElektroG").

Certificati attuali / Dichiarazione di conformità